Stetinden Norway

Puffy – Stetinden

Stetinden Norway

Ad inizio anno (febbraio 2016) ho deciso di riprovarci.

Ho deciso di tornare a nord dell’europa per tentare di vedere l’Aurora Boreale.

Ho fatto qualche ricerca sui luoghi che mi interessava visitare e mi sono informato sul fenomeno notturno. Successivamente ho preparato il furgone con il quale ho compiuto il viaggio di 4300km per raggiungere le Isole Lofoten.

Dopo più di 25 giorni passati tra tenda e furgone, ho deciso di dirigermi verso un picco chiamato Stetinden. La cima simbolo delle montagne del nord che ha causato non pochi grattacapi a chi per primo ha tentato di raggiungere la cima. Ora si tratta di una salita abbastanza semplice, ma con la necessità di attrezzatura.

Si , ho detto proprio tenda. Ho passato qualche notte oltre il circolo polare artico dentro la tenda dopo aver caricato lo zaino per un escursione per raggiungere dei luoghi non raggiungibili via auto. Fuori soffiava il vento o nevicava ma non volevo perdere l’occasione di vedere questo fenomeno da dei luoghi battuti solo in estate per via delle condizioni difficili imposte dal meteo e dalla neve.

Dopo 4 notti ad aspettare, sveglio per cercare di vedere anche un misero bagliore nei pressi di questa cima. Ci riprovo ancora, purtroppo non sono stato molto fortunato, ma la neve asciutta che si presentava alla base creava una trama di ombre, luci e riflessi che io adoro. Diverse volte durante il giorno ho provato a catturare questa cima con una situazione che mi piacesse, un giorno munito di sci sono pure salito sulla spalla dello Stetinden, nei pressi della quale ho trovato pure un lago completamente ghiacciato sopra il quale ho potuto camminare.

La neve è stata un elemento onnipresente in questo viaggio, ha nevicato spesso, anche di notte, coprendo il cielo con le nuvole e permettendomi di vedere solo poche volte le luci del nord;