Croda CImoliana, Val Montanaja Cimolais

Wait for it

Croda CImoliana, Val Montanaja

Ad inizio anno ero riuscito a catturare una foto al tramonto della Croda Cimoliana come la volevo. Con la luce del tramonto che si infrange sulla sua parete ovest link.

Dopo oltre 12 salite, ci sono riuscito, ero nel posto giusto al momento giusto e forse anche di più visto l’incontro ravvicinato ed inaspettato.

Ma di sicuro la voglia di tornare nello stesso luogo ancora una volta non si è fatta attendere. Così, in una giornata estiva programmo l’escursione con una amico che tanto voleva passare una notte in montagna. Non era particolarmente allenato e nemmeno dotato di materiali tecnici, ma per fortuna aveva un comunissimo paio di pantaloncini e maglietta a casa e così siamo riusciti a preparare lo zaino! 🙂

Non era mai stato da queste parti, così ho optato per uno dei posti più conosciuti delle Dolomiti Friulane, la Val Montanaia, dove si può ammirare il famoso Campanile dell’omonima valle. Qui c’è un piccolo bivacco, ovvero una costruzione in lamiera che permette a chi volesse, di trovare riparo per la notte o per condizioni di meteo avverse.

Queste alcune foto del bivacco: recente foto, con la prima nevicata foto, ed una vista dall’interno a fine primavera foto.

Lasciamo la macchina ala parcheggio, dopo qualche pausa lungo il tragitto arriviamo al bivacco. Non c’è nessuno ed essendo tardo pomeriggio è probabile non arrivi nessun altro. Quindi potremo goderci i 9 posti letto e la tranquillità di questo luogo per tutta la notte.

Dopo una breve pausa io decido di salire ancora per raggiungere la forcella, e l’amico come me. Nonostante fosse stanco, raggiunge la forcella senza troppe difficoltà. Mi dedico alle foto mentre lui mi guarda e si riposa.

Il tramonto è scialbo ma la vista è bellissima, da una parte di vede la valle con il Campanile in mezzo, e dall’altra c’è il Veneto e si distingue Pieve di Cadore più di 1200m a valle.

Scendiamo al bivacco per passare la notte, ma io in realtà scendo perché ho fame e non vedo l’ora di mettere in bocca qualcosa.

Restiamo alzati fino a tardi, tutta colpa delle chiacchere. La sveglia come al solito suona troppo presto, io non ho molta voglia di salire ma l’amico vuole tornare su e vedere anche l’alba dalla forcella.

Perciò in fretta ci prepariamo e cominciamo a salire, non c’è un rumore attorno a noi, solo i nostri passi che fanno scricchiolare le rocce sotto i nostri piedi.

Io arrivo prima per non perdere il momento migliore. Arriva anche lui e le nuvole che coprivano in parte la Croda Cimoliana si accendono! Prima di un rosso flebile, poi via via verso colori più intensi fino a quando il sole non viene coperto dalle nuvole.

In pochi minuti tutto si è acceso, e pensare che io sarei rimasto in branda. Devo ringraziare l’amico per avermi convinto a salire.